Storia

Villa Silvia è stata fondata nel 1962 dall’attuale proprietà, la famiglia Cesari. Nata per ospitare anziani autosufficienti aveva inizialmente le caratteristiche di un albergo e si presentava come un posto allegro e gradevole da vivere, in netta contrapposizione con le strutture allora esistenti che, per lo più, erano ricoveri per anziani. Ogni camera era diversa dalle altre, con carta da parati, arredo, biancheria ed argenteria personalizzata. In salone c’era il camino e gli ospiti andavano a pranzo in giacca e cravatta.

Oggi le caratteristiche sono molto diverse. Le esigenze della comunità, infatti, sono cambiate. Villa Silvia è una società per azioni con un capitale sociale di un milione di euro e più di trenta dipendenti che producono un fatturato di circa due milioni di euro. Non è più un albergo ma una residenza attrezzata per accogliere ospiti con esigenze socio assistenziali, anche gravi. Il personale è specializzato ed altamente qualificato: in organico sono pienamente diffuse competenze mediche, paramediche, infermieristiche e sanitarie in genere. Del nostro passato rimane la cultura dell’accoglienza, dell’ospitalità e del rispetto per l’autonomia, la riservatezza e la dignità dell’individuo.

Di pari passo all’evoluzione organizzativa e gestionale è stata adeguata la struttura. La casa è cresciuta nel tempo con diversi ampliamenti e continui adeguamenti ai requisiti che le varie direttive in materia hanno giustamente imposto. In seguito all’ultima ristrutturazione, completata nel 2003, sono stati rifatti tutti gli impianti secondo progetti realizzati appositamente per le case protette ed adottando le migliori tecnologie disponibili sul mercato. I nostri standard attuali vanno oltre il rispetto dei requisiti normativi e gli adempimenti imposti dalle convenzioni stipulate con i servizi sociali.